Psicologa, esperta di dinamica di gruppo
Psicoterapeuta in formazione sotto supervisione

Non so dire in verità se la situazione sarà migliore quando cambierà; posso dire che deve cambiare se si vuole che sia migliore.

Georg Christoph Lichtenberg

Psicoterapia

Non conosco nessuno che nel corso della propria vita non abbia mai incontrato sfide notevoli o che non abbia mai vissuto una crisi psicologica. Spesso tendiamo a pensare che la soluzione migliore sia quella di accantonare emozioni e pensieri sgradevoli e non occuparcene – anche se solitamente parlare dei nostri problemi porta sollievo e ci trasmette la sensazione che qualcuno ci ascolti.

Perché rivolgersi ad uno/una psicoterapeuta

Esistono molti motivi per vedere uno/una psicoterapeuta. Un motivo molto comune è il desidero di cambiamento. O la vita com’è non è più tollerabile oppure i pensieri negativi si intensificano e non ci abbandonano più oppure non troviamo risposte per le nostre domande oppure ci manca qualcosa. Siamo in una relazione ma ci sentiamo soli lo stesso, non ci troviamo bene con la propria famiglia e non ci sentiamo capaci di agire liberamente.

Non bisogna riuscire a fare tutto da soli!

Io vi offro uno spazio sicuro dove insieme possiamo confrontare e affrontare i vostri problemi e le vostre paure. Basandoci sul modello di terapia famigliare sistemica elaboriamo degli approcci individuali per superare la vostra crisi, rafforzare le vostre risorse e supportare la vostra crescita personale – sempre considerando possibili interazioni con il vostro ambiente sociale e facendo attenzione alla vostra situazione attuale. Non dovete riuscire a fare tutto da soli. Lasciate che vi aiuti!

Gli effetti benefici della psicoterapia

Ho potuto constatare in prima persona i risultati che si possono raggiungere attraverso la psicoterapia. Grazie ad essa è possibile sentirsi molto più liberi e riuscire a riconciliarsi con la propria vita, i propri pensieri, i propri sentimenti e le proprie esperienze, le proprie azioni e anche il proprio corpo. Vera capacità di azione risulta in una sensazione di libertà dentro e con sé stesso.

Modalità di intervento in Italiano

  • Terapia individuale

Ambiti d’intervento

  • Crisi
  • Morte e lutto
  • Psicosomatica
  • Ansia
  • Diventare adulti
  • Crescita personale
  • Autocoscienza e desidero di cambiamento
  • Problematiche esistenziali
  • Relazioni e rapporti
  • Separazione, divorzio
  • Desidero di avere figli
  • Famiglie patchwork
  • Depressione
  • Abuso emozionale

Link al mio sito di www.psyonline.at

Terapia di gruppo

Sfortunatamente al momento non offro terapia di gruppo in lingua italiana.

Dinamiche di gruppo

Il termine dinamiche di gruppo ha molteplici significati. Indica la relazione degli individui all’interno di un gruppo psico-sociale, è una disciplina della psicologia sociale e, infine, un processo di apprendimento sociale.

Provare, esaminare e cambiare gli effetti dei comportamenti

Come processo formativo sociale il termine dinamiche di gruppo– a prescindere dalle sue radici nella pedagogia di gruppo e la terapia di gruppo – innanzi tutto ha origine con il pioniere della psicologia sociale, Kurt Lewin. Assieme ai suoi colleghi ricercatori Lewin nel 1946 rilevò che i partecipanti di un corso furono molto più disposti a ripensare e cambiare i loro comportamenti dopo aver ricevuto del feedback da parte degli altri partecipanti o del leader del gruppo. Il feedback, cioè la riflessione cosciente sui comportamenti percepiti e i loro effetti, infine formò la base per una comprensiva tradizione di apprendimento sociale. Dunque, il T-group dinamico (il nome è un’abbreviazione di “sensitivity training group”, cioè gruppo di addestramento alla sensibilità) si basa su questa scoperta e nel corso del tempo diventò un luogo dove gli effetti dei comportamenti possono essere al contempo sperimentati, esaminati e cambiati.

Il T-group dinamico

Gli appartenenti al T-group, dunque, hanno la possibilità di gettare uno sguardo dietro le quinte delle dinamiche e dei processi di gruppo mentre contribuiscono ad essi vivendoli in prima persona. In tal modo si arriva a comprendere i nessi e le forze effettive delle strutture sociali – e le contribuzioni degli appartenenti per di più. La sensibilizzazione della percezione riguardante la propria persona e la nostra interazione con gli altri, quindi, schiude un gran potenziale formativo personale che, anche se il processo è una grande sfida, è difficile acquisire in un altro modo.

(tradotto dalla fonte: www.oeggo.at)

A che cosa servono i T-group?

I T-group dinamici sono caratterizzati da una breve durata e un focus mirato sugli eventi all’interno del gruppo. Ma anche se è molto intensa, quest’esperienza è estremamente gratificante! Rende possibile un apprendimento su diversi livelli come

  • riflessione su di sé e il proprio comportamento nel gruppo,
  • pareggiare la percezione di sé stessi con quella degli altri,
  • riconoscere il proprio ruolo e quello degli altri e parlarne,
  • analizzare e capire lo sviluppo dei gruppi,
  • percepire dinamiche e processi che si svolgono nei gruppi,
  • riconoscere il proprio potenziale formativo. Poche altre situazioni ci permettono di apprendere così tanto su noi stessi e i gruppi, e tutto ciò in un lasso di tempo relativamente breve, visto che questo setting dura solo cinque giorni.

Le date e i luoghi saranno pubblicati qui.

Per partecipare non c’è bisogno di nessuna preparazione. Sfortunatamente al momento non offro un T-group in lingua italiana.

Chi sono e che cosa mi definisce

Sono nata a Vienna e cresciuta in una famiglia patchwork influenzata da psicoanalisti e medici. Già da giovanissima mi interessava capire come e perché le persone diventano chi sono, e individuare il motivo per cui apparentemente alcune persone riescono a vivere la vita con meno difficoltà di altre. Le mie diverse famiglie già da piccola mi insegnarono come funzionano i diversi sistemi famigliari, e che è possibile che una persona agisca molto diversamente a seconda dell’ambiante in cui si trova – anche senza aver coscientemente “deciso” di cambiare il proprio atteggiamento.

Trovare delle risposte

Da sempre mi hanno interessato le persone, le loro relazioni interpersonali e le loro storie di vita. Per questo motivo ho deciso di studiare psicologia all’Università di Vienna e ho iniziato la formazione di dinamica di gruppo presso l’Associazione Austriaca di Dinamica di Gruppo ÖGGO. Nel corso della mia vita formazione professionale ho spesso cercato il cambiamento. Le mie diverse esperienze – in una casa per disabili in Italia, come assistente per l’associazione Grüner Kreis (centro di assistenza per i tossicomani), libera giornalista o dirigente della comunicazione interna per un’azienda multinazionale e finalmente come parte del consiglio direttivo dell’associazione ÖGGO – mi hanno permesso di conoscere tantissime persone di diverse culture. Ho imparato che ognuno di noi ha il proprio concetto della vita. Nel corso del tempo ho capito che ogni persona, anche se non ne è ancora conscia, racchiude sé le risposte a tutte le sue domande. Il mio obiettivo è di assistere individui, coppie e famiglie nel trovare le loro risposte giuste.

Formazione

Psicoterapeuta in formazione sotto supervisione (terapia familiare sistemica, ÖAS)
Formazione dinamica di gruppo (ÖGGO)
Laureata in psicologia

Psicoterapeuta in formazione sotto supervisione

Come psicoterapeuta in formazione sotto supervisione sono nell’ultima fase della formazione per diventare psicoterapeuta e lavoro autonomamente, sotto la mia propria responsabilità e sotto supervisione. Ciò significa psicoterapeuti con ampia esperienza lavorativa vincolati al segreto professionale che mi seguono e mi consigliano nel mio percorso professionale. Quindi si può dire che i vostri problemi vengono analizzati da due professionisti del settore. Gli psicoterapeuti in formazione sotto supervisione normalmente offrono i loro servizi a un prezzo scontato, in questi casi, però, non ci sono rimborsi da parte dell’assicurazione sanitaria austriaca.

Pubblicazioni

Buchinger, S., Csar, M., Krainz, U., Taubmann, F., Vogel, U. B. (2015). Wie Kooperationen zwischen Organisationen gelingen können: Einblicke in das Feld der Jugendhilfe. In: Offene Jugendarbeit. Heft 2/2015. S.44-49

Buchinger, S. (2010). Psychologische Diagnostik. Was Kleckse über die Seele verraten. In Medical Tribune. Nr. 20/ 42. Jg., 19. Mai 2009, S. 16

Buchinger, S. (2009). Chronische Unterbauchschmerzen. Wenn keine Ursachen zu finden sind. In Medical Tribune. Nr. 24/ 41. Jg., 10. Juni 2009, S. 10

Buchinger, S. (2009). Univ.-Prof. Dr. Marianne Springer-Kremser. Heutige Schwachpunkte der Medizin: Frauen, Psychosomatik & Sexualität. In Medical Tribune. Nr. 10/ 41. Jg., 4. März 2009, S.10.

Buchinger, S. (2008). Wofür ist die Psychiatrie zuständig? Wenn Kinder sich selbst oder andere gefährden. In Medical Tribune. Nr. 50- 52, 40. Jg., 10. Dezember 2008, S. 10

Buchinger, S. (2008). Medizinische Sachverständige im Blickfeld. Experte zwischen Richter und Urteil. In Medical Tribune. Nr. 45/ 40. Jg., 5. November 2008, S. 2

Contatto

Mag.a Sophie Buchinger

Alser Straße 25/9
1080 Vienna
+43 660 7040 540
praxis@sophiebuchinger.at

Gli appuntamenti vanno fissati in anticipo

<script async src="https://www.googletagmanager.com/gtag/js?id=G-2G7JY61SGV"></script>